Allergie primaverili
  • 23.03.2020
  • 0

Allergie primaverili

La primavera è alle porte, anche se sembra, in realtà, essersi anticipata, infatti alcuni soggetti sono già alle prese con i sintomi delle allergie.

Le reazioni allergiche si manifestano con differenti modalità, i sintomi più comuni sono:

  • starnuti;

  • occhi rossi, che prudono e lacrimazione;

  • naso tappato o che cola;

  • prurito sulla pelle;

  • respiro sibilante e tosse;

  • manifestazione o aggravarsi dell’asma.

Quando si ha la sensazione di essere nl pieno di una reazione allergica forte, è importante consultare il medico di famiglia, che può dare i giusti consigli su come trattare la condizione, conoscendo la storia clinica dell’individuo, e, se l'allergia è particolarmente acuta o non è chiaro a cosa si è allergici, indicare anche uno specialista allergologo per la diagnosi e il trattamento.

Il processo che porta ai sintomi

Il nostro sistema immunitario, nel quale sono presenti anticorpi, globuli bianchi, mastociti, proteine del complemento e altre sostanze, ha la funzione di difendere l’organismo dagli antigeni, ovvero le sostanze ad esso estranee.

Negli individui allergici, il sistema immunitario non riconosce tali sostanze, gli allergeni, come innocure (come nel caso degli individui non allergici) e reagisce all’esposizione ad esse quando presenti nell’aria, negli alimenti o nei farmaci, provocando una cosiddetta reazione allergica.

Alcuni soggetti sono allergici a una sola sostanza, mentre altri a diverse. Gli allergeni possono causare una reazione allergica una volta a contatto con pelle e occhi o se inalati, ingeriti o iniettati.

Rimedi

La prima precauzione da prendere è, chiaramente, quella di sapere ciò a cui si è allergici ed evitare di entrare in contatto con determinati agenti o sostanze.

Se non è possibile evitare il contatto con l’allergene che causa i sintomi, come nei casi degli agenti che sono presenti nell’aria che respiriamo, si possono assumere farmaci antistaminici, i cui effetti collaterali sono sonnolenza e disattenzione.

Per liberare il naso chiuso, sintomo tipico, gli spray decongestionanti sono un ottimo rimedio ma solo fino a quando non si diventa assuefatti dal principio in essi presente.

Esistono diversi principi naturali che aiutano a prevenire o alleviare i sintomi:

  • La curcuma, un cortison-simile, rallenta il rilascio dell’istamina.

  • Il Manganese, soprattutto quando viene assunto da gennaio, preventivamente, seda, modula e riequilibra le reazioni allergiche.

  • Lo Zolfo e il Fosforo corroborano l’azione disinfettando e disinfiammando l’organismo.

  • Il Ribes Nero è un antinfiammatorio, analgesico e un antistaminico naturale.

Per combattere l’allergia combattendo le cause, invece, si può optare per l’immunoterapia: una somministrazione graduale di dosi crescenti dell’allergene che porta le reazioni, per ridurre la reattività durante l’esposizione a quella sostanza e desensibilizzare man mano l’organismo.

Se vuoi porre qualche domanda oppure semplicemente approfondire l’argomento, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.





Commenti: 0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non puo' essere pubblicato . I campi richiesti sono contrassegnati*