Ansia, come combatterla
  • 24.09.2020
  • 0

Ansia, come combatterla

I medici guardano all’ansia come a una degenerazione dovuta a stimoli, ma anche eventi stressanti, che fa parte di un disturbo vero e proprio quando si manifesta in maniera costante, anche quando non e stato ricevuto alcuno stimolo, e sproporzionatamente rispetto all’evento che la ha generata.

Generalmente i sintomi sono irrequietezza, costante affaticamento, difficoltà a concentrarsi, irritabilità, tensione muscolare e alterazioni del sonno.

Comprendere le cause è il primo passo

L’ambiente di crescita è può determinare, in maniera determinante, come un individuo riesce a gestire lo stress.

In questi casi, le cause principali sono:

  • Problemi fisici e mentali conseguenti a bassi livelli di serotonina oppure a causa di squilibri ormonali.

  • Traumi infantili a causa dei quali la mente potrebbe non essere sufficientemente in grado di gestire delle situazioni stressanti in età adulta.

  • Carenze nutrizionali derivanti da una alimentazione ricca di zucchero, alcol e caffeina.

In alcuni caso anche la predisposizione genetica può giocare la sua parte, dato che è proprio l’organismo a essere dotato di “campanelli d’allarme” che hanno una soglia di attivazione troppo bassa.

Come curarla

Guardando le cause possiamo capire anche come combatterla.

Si capisce, dunque, che anche l’alimentazione può fare la sua parte, se incrementiamo l’assunzione di:

  • vitamine del gruppo B, in quanto l’ansia cronica può essere dovuta a una carenza vitaminica del complesso B.

  • acidi grassi essenziali, Omega 3, che proteggono sia dall’ansia che dalla depressione.

Un bagno rilassante può avere un effetto ristoratore, benefico sia per il corpo che per la mente, infatti, sin dall’antichità sono note le proprietà rigeneranti dei bagni fatti con l’ausilio di oli ed essenze aromatiche. Gli oli essenziali, oltre a rilassare, sono utili anche per idratare e nutrire la pelle. Una volta riempita la vasca basta versare 4 o 5 gocce dell’olio essenziale che avete scelto: la lavanda è molto efficace nel ridurre stress e ansia ma valide proprietà rilassanti sono presenti anche nella rosa, bergamotto, gelsomino, camomilla e mandarino.

All'olio essenziale si può aggingere anche un cucchiaio di olio vegetale, come quello di mandorle o di jojoba.

Esistono anche diverse terapie farmacologiche che variano a seconda del tipo e dell’intensità del disturbo. Nei casi più gravi, vengono solitamente prescritti farmaci antidepressivi serotoninergici e/o ansiolitici.

Le tisane “calmanti”

In natura esistono diversi principi che possono aiutare a combattere l’ansia e può tornare molto utili passare in un’erboristeria o una farmacia che ne è dotata, per reperire i giusti ingredienti e prepararsi una tisana che riduca l’ansia e rilassi il corpo. Le consigliamo:

  • A base di Valeriana

  • A base di Biancospino

  • A base di melissa e cannella

È possibile anche assumere integratori alimentari a base di biancospino, valeriana, passiflora e melissa.

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

Tags: ansia

Commenti: 0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non puo' essere pubblicato . I campi richiesti sono contrassegnati*