Candida: cause, sintomi, diagnosi
  • 18.12.2020
  • 0

Candida: cause, sintomi, diagnosi


La candida è un’infezione fungina che affligge le mucose vaginali, causa prurito e infiammazione, oltre alla nota manifestazione didi chiazze bianche.


La candida è un’infezione fungina che affligge le mucose vaginali, causa prurito e infiammazione, oltre alla nota manifestazione didi chiazze bianche.

Le donne, soprattutto in specifici periodi della loro vita, come durante la gravidanza oppure a causa di una cura antibiotica, sono le più esposte a questo disturbo: ciò è dovuto al fatto che il fungo, conosciuto anche come candida albicans, trova un ambiente umido ideale nelle mucose vaginali, e può infettare anche l'uomo, portando alla cosiddetta candida maschile.

Cause

Generalmente è conseguenza dell’alterazione dell’equilibrio della flora batterica, che può essere, a sua volta, dovuta a:

  • alimentazione ricca di lieviti e zuccheri;
  • stress;
  • difese immunitarie basse;
  • cattiva igiene intima;
  • utilizzo di abiti stretti e biancheria intima sintetica e non traspirante.

Contrazione e trasmissione

La candida si trasmette tramite i rapporti sessuali, ma anche scambiando asciugamani o utilizzando la biancheria di una persona infetta.

L’infezione può sicuramente presentarsi anche spontaneamente, dopo un indebolimento delle difese immunitarie, o a un’assunzione prolungata di antibiotici, così come dopo l’assunzione di contraccettivi orali, estrogeni o corticosteroidi.

Sintomi

I sintomi principali e più conosciuti sono:

  • prurito intenso;
  • perdite vaginali di color bianco e di aspetto grumoso.
  • Arrossamento, gonfiore e, in alcuni casi, abrasioni da grattamento.
  • Quando affligge anche l’apparato urinario, causa dolore e bruciore durante laminzione.

Diagnosi

Determinate forme di candida sono diagnosticabili semplicementeattraverso un attento esame obiettivo e una profonda anamnesi: funzionano efficacemente nell’individuare la candida orale (o mughetto) e la candida cutanea.

Sempre più frequentemente, le diagnosi vengono prima effettuate, dallo specialista, con esame visivo: se vi sono perdite, bruciore e prurito intimo, non si procede sempre a una valutazione colturale, della quale potrebbe risultare necessario avvalersi per accertarsi in modo sicuro della presenza del disturbo in questione.

Tale diagnosi viene effettuata prelevando, tramite tampone, del materiale dalle lesioni che i lieviti causano, per poi analizzarlo al microscopio ottico e in coltura.

Alcuni test microbiologici che utilizzano specifici mezzi di coltura possono differenziare molte specie di Candida.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Commenti: 0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non puo' essere pubblicato . I campi richiesti sono contrassegnati*