Come tenersi in forma a casa
  • 12.02.2021
  • 0

Come tenersi in forma a casa

Vediamo insieme come riattivarci in casa, con esercizi semplici, per ritrovare la tonicità muscolare che avevamo prima che tutto questo avesse inizio.

I colori delle regioni cambiano su base settimanale, i contagi fanno su e giù nelle statistiche e molti di noi stanno man mano accettando che le cose non cambieranno di molto da qui a qualche mese.

Una delle costanti relative a queste restrizioni, del tutto giuste e fondate, è la chisura delle palestre, con annessi campi da basket, pallavolo e calcetto, per nominare alcuni tra quelli più frequentati.

Il risultato è che molti di noi non sanno più come fare per tenersi in forma e, ovviamente, non parliamo solo di peso-forma, per il quale a volte basta una corsetta al giorno, ma proprio della tonicità del nostro corpo che viene meno ogni giorno che passiamo seduti al pc o sul divano a guardare la tv.

Vediamo insieme come riattivarci in casa, con esercizi semplici, per ritrovare la tonicità muscolare che avevamo prima che tutto questo avesse inizio.

Gli esercizi da effettuare a casa

Gli esercizi da eseguire in camera sono di molti tipi e possono essere svolti a diverse intensità, adattabili quindi alla propria preparazione atletica, aspetto da prendere sempre in considerazione per scongiurare infortuni.

Tra questi esercizi troviamo:

  • Addominali laterali di base: consistono nel piegarsi su un fianco e poi sull'altro in senso alternato.

  • Affondi frontali: tonificano molto le gambe e i glutei e migliorano la capacità di equilibrio.

  • Squat: da eseguire a corpo libero o con un peso tra le mani, con i piedi larghi e salendo e abbassandosi, piegando le ginocchia, con schiena dritta e senza superare la linea dei piedi con le ginocchia; risalendo, è importante contrarre bene i glutei.

  • Plank frontale: perfetta per rinforzare gli addominali e anche i muscoli delle gambe.

  • Plank laterale: per tonificare la muscolatura laterale di gambe e busto e per la muscolatura di braccio e spalla.

  • Dorsali e schiena: da eseguire in posizione di quadrupedia o in appoggio a una superficie rialzata, alzando e abbassando gli arti all’indietro. È fondamentale tenere la schiena ben dritta e concentrarsi sul dorso.

  • Burpee: il più dinamico e difficile, unisce azione, forza, coordinazione a un impegno cardio-vascolare e cardio-respiratorio molto alto. Si scende a terra con uno squat, si appoggiano le mani a terra e si portano indietro le gambe con un saltello, a quel punto si esegue un piegamento, un altro balzo per avvincinare i piedi alle mani e infine un salto in alto per tornare in piedi.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Commenti: 0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non puo' essere pubblicato . I campi richiesti sono contrassegnati*